IL TUO GIRO GIUSTO

Cambia il Facebook Feed… ancora una volta.

Cambia il Facebook Feed ma se siete attenti ai nuovi sviluppi digitali o se semplicemente con Facebook ci lavorate, avrete sicuramente notato negli anni notevoli cambiamenti al feed delle notizie nella bacheca.

Facebook da sempre punta a penalizzare le pagine pubbliche per favorire invece quelle private delle singole persone.

Quest’ultimo cambiamento darà la priorità a post, video e foto di amici e parenti andando a penalizzare notevolmente i contenuti pubblicati da media, brand, aziende, negozi ecc… I cambiamenti puntano a massimizzare i contenuti condivisi fra le persone che hanno ”interazioni significative” e a limitare i contenuti passivi, ovvero quelli che richiedono solo di guardare un video e leggere senza interagire.

«Vogliamo assicurarci che i nostri prodotti non siano solo divertenti, ma che siano buoni per la gente» dice Mark Zuckerberg. «Mi aspetto che il tempo trascorso dagli utenti su Facebook e il loro grado di coinvolgimento diminuiranno – ha proseguito Zuckerberg – ma prevedo anche che il tempo che la gente passerà su Fb avrà un maggior valore. E se facciamo la cosa giusta credo che questo sarà un bene per la nostra comunità e il nostro business nel lungo termine».

«Quando la gente interagisce con persone che le sono vicine, tutto acquista più significato e si è più soddisfatti. È positivo per il benessere», mette in evidenza David Ginsberg, direttore della ricerca a Facebook.

cambia il facebook feed

Personalmente trovo tutto questo una grande pagliacciata atta solo a costringere i brand a maggiori investimenti per garantire la copertura dei loro post.

Da un lato comprendo questa esigenza, nel 2018, dove una delle più grandi piaghe di internet sono le “fake news”, in questo modo verrà ridotta la quantità di gente che si troverà di fronte l’ennesimo articolo trash. Anche se poi comunque il problema non sono le fake news ma chi ci crede.

Quindi, care aziende, preparate la mano sul portafogli o valutate l’idea di trovare altri luoghi per postare i vostri contenuti.

cambia il facebook feed

Se sei arrivato fin qui sono fortunato ad averti come lettore.

L’articolo che ho scritto è abbastanza allarmista e populista, sebbene ci siano i presupposti per predire un crollo di Facebook come media pubblicitario, in realtà non è tutto così scontato. Infatti chi su Facebook ci lavora bene non avrà tutto questo dramma davanti a se.

Secondo voi Ceres avrà grossi problemi? Secondo me no. 

Questo aggiornamento penalizzerà enormemente chi su Facebook ci lavora male o in modo approssimativo.

Ora abbiamo finito sul serio. Ci aggiorniamo più avanti su questo argomento.

 

Se questo articolo ti è piaciuto ti invitiamo a scoprire di più su di noi navigando sul sito 😉

Entra a far parte della nostra community di appassionati! 🙂 

 

cambia il facebook feed